In fase di prestampa e creazione di lastre, il Trapping gestisce lo spazio di adiacenza tra due colori, che siano elementi vettoriali o raster (non va confuso con l’accettazione di stampa).
In una visualizzazione ingrandita di molte volte si vede molto bene un filetto (scuro quanto la somma delle due tonalità adiacenti) attorno ai testi. Quel filetto, che rappresenta il sormonto tra i due colori che si toccano (di solito quello a luminosità più bassa = il più chiaro, si espande sotto a quello più scuro), è creato al fine di evitare che la fisiologica mancanza di registro di stampa crei degli inestetici buchi bianchi.
Quando si parla di Trapping nell’ambito del packaging è un lavoro da fare a mano, scelte fatte direttamente dall’addetto prestampa pezzo per pezzo, è una professione nella professione.
Consigliamo di non gestire il trapping dai software di impaginazione, ma di usare il nostro servizio che si basa sulle esigenze del macchinista  (formato di stampa, carta o cartone, sequenza dei colori, ecc).